La batteria è un componente che tramite reazioni chimiche immagazzina la corrente fornita e la restituisce al momento del bisogno ad un utilizzatore.

Ne esistono di vari tipi, i principali sono le tradizionali, GEL e AGM. La differenza è costruttiva e riguarda principalmente la manutenzione. Le tradizionali hanno all’interno una soluzione acida liquida, quelle al GEL hanno un composto denso appunto simile al gel, mentre nelle AGM o “Absorbed Glass Matt”, l’acido è assorbito tra strati di materiale in fibra di vetro.

GEL e AGM, come vedremo, non hanno bisogno di alcuna manutenzione. Per il resto le accortezze per una lunga durata devono essere le stesse.

Quando completamente carica una batteria riesce a fornire la corrente accumulata in un intervallo di tempo più o meno lungo a secondo della capacità per cui è stata progettata. Ad esempio, una batteria 12V-30 Ampere/Ora (Ah) riesce a fornire 30 Ampere per un ora (oppure 15 A per due ore o 60 A per mezz’ora ecc…), dopodichè la sua tensione scende sotto i 12V e bisogna caricarla.

Queste considerazioni sono vere in teoria mentre in pratica sono progettate per fornire bene e continuativamente una corrente che è il 10-20% della loro capacità massima.

Diverso è il concetto di corrente di spunto. Questa può essere anche maggiore di 6 volte la capacità indicata( es.36Ah=216Ampere) ma solo per pochi istanti necessari, ad esempio, a far girare un motorino d’avviamento.

Il processo di scarica, durante un normale utilizzo avviene con tempi molto più lunghi, infatti questi alti assorbimenti si verificano solo in fase di accensione della moto. Nell’istante in cui il motorino d’avviamento riceve la corrente scorrono molte decine di Ampere, ma appunto solo per pochi istanti.
In quel momento la batteria viene fortemente utilizzata, ma come il motorino inizia a girare la corrente cala vistosamente e se la moto parte subito l’assorbimento diviene bassissimo fino praticamente a terminare nel momento in cui si rilascialo starter. Da questo momento la batteria comincia ad essere ricaricata dall’apposito circuito di carica che provvede a restituire l’energia persa e quella che verrà successivamente consumata dalle varie utenze. Tra questa la principale è rappresentata dalle lampadine dei fari anbabaglianti e di posizione.

Se la moto viene utilizzata per un periodo sufficientemente lungo da permettere un bilancio positivo tra la corrente consumata dai circuiti e quella ripristinata dal movimento, in teoria labatteria non ha bisogno di nessuna carica aggiuntiva. La sua carica viene infatti continuamente ripristinata. Se invece i tragitti sono sempre di breve durata, la batteria tenderà inevitabilmente a scaricarsi.

Avviene inoltre un normale processo che lentamente fa scendere la tensione degli elementi e questo è questo inevitabile e del tutto normale. Questo processo riduce la carica circa dllo 0,5-1% giornalmente quindi se si lascia lamoto inutilizzata per un periodo molto lungo è bene provvedere con qualche accorgimento per evitare che la batteria si rovini. Controlli periodici sullo stato della batteria poi sono delmtutto consigliati in generale per aumentarne la vira.

Mantenere sempre carica la batteria quindi ne aumenta la vita e l’efficienza generale, vediamo come provvedere ad una adeguata carica.
Il processo di carica consente alle celle che formano l’accumulatore di immagazzinare lentamente la corrente fornita. Questa corrente di norma deve essere il 10% della capacità indicata dalla batteria. Quindi una batteria da 36 Ah deve essere caricata con una corrente di 3,6 Ampere per un tempo massimo di 10-12 ore.

Il fenomeno dellla SOLFATAZIONE colpisce la batteria quando questa si scarica senza mai ricaricarla. Si tratta di un fenomeno sgradito e dannoso che consiste nella formazione all’interno degli elementi, di cristalli di solfato di piombo. Più si scarica più il fenomeno aumenta fino a rovinare del tutto la batteria. Un’altra causa di SOLFATAZIONE si verifica quando le piastre della batteria, a causa del basso livello dell’elettrolita, vengono esposte all’aria. Per questo motivo nelle batterie a vasi aperti (con il ilquido) bisogna controllare periodicamente il livello dell’elettrolita. Un altra causa di SOLFATAZIONE è data da una carica violenta, in questo modo i cristalli aumentano e si legano fra loro formando uno spessore sulle piastre interne con conseguente perdita di efficienza ed erogazione di energia. Evitare quindi cariche rapide che spesso accorciano i tempi di ricarica ma erogano troppa corrente di carica e danneggiano le batterie.

I caricatori/mantenitori di carica a microprocessori elettronici sono l’ideale per batterie che rimangono inutilizzate per lunghi periodi, in quanto mantengono costantemente la crica fornendo tensione solo quando necessario.

Mantenere la batteria sempre carica, se non utilizzata ricaricatela ogni 2 settimane o utilizzate un caricatore/mantenitore.
Controllate dove necessita il livello del liquido ed eventualmente aggiungere acqua distillata (NO nelle batterie sigillate al GEL o in AGM)

22 thoughts on “La Batteria per la Moto: Come conoscerla al meglio

  1. Link exchange is nothing else except it is simply placing the other person’s web site link on your page at appropriate place and other person will also do same in support of
    you.

    Here is my webpage … discuss

  2. I don’t know whether it’s just me or if everybody else
    experiencing issues with your blog. It looks like some of the
    written text on your posts are running off the screen. Can somebody else please provide feedback and
    let me know if this is happening to them as well? This could be a issue
    with my browser because I’ve had this happen previously.
    Thank you

    my web site – crown casino online betting

  3. Howdy I am so excited I found your webpage, I really found you
    by mistake, while I was searching on Google for something else,
    Nonetheless I am here now and would just like to say thank you
    for a incredible post and a all round interesting blog (I also love the theme/design),
    I don’t have time to read through it all at the moment but I
    have book-marked it and also included your
    RSS feeds, so when I have time I will be back to read more, Please do keep up the great job.

    Feel free to visit my web site – รถเช่าอุบล วันละ 500

  4. hello there and thank you for your info – I have certainly picked up anything new from right here.
    I did however expertise a few technical issues using this website, since I experienced to reload the web site lots of times previous to I could get it to
    load properly. I had been wondering if your web host is OK?

    Not that I am complaining, but slow loading instances times will often affect your
    placement in google and can damage your high-quality score if ads and marketing
    with Adwords. Anyway I am adding this RSS to my email and can look
    out for a lot more of your respective fascinating content.
    Ensure that you update this again very soon.

    my website – fun88 ทางเข้า

  5. This is really interesting, You are a very skilled blogger.
    I’ve joined your feed and look forward to seeking more of your
    excellent post. Also, I have shared your website in my
    social networks!

    Also visit my homepage; สล็อต เครดิตฟรี 30 ไม่ต้องฝากก่อน ไม่ต้องแชร์ ยืนยันเบอร์โทรศัพท์

  6. Hey! Quick question that’s totally off topic.
    Do you know how to make your site mobile friendly?
    My blog looks weird when browsing from my iphone 4. I’m trying to find a theme or plugin that might be able to correct this problem.
    If you have any suggestions, please share. Thanks!

    my blog … online casino bc

  7. My spouse and I absolutely love your blog and find the majority of your post’s to
    be just what I’m looking for. Do you offer guest writers to write
    content for yourself? I wouldn’t mind writing a post
    or elaborating on some of the subjects you write with regards to here.
    Again, awesome website!

    Feel free to visit my web-site … fun88 ทางเข้า

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *